Come pianificare correttamente il tuo trasloco

June 07, 2015  |   Traslochi News   |     |   0 Comment
Come pianificare correttamente il tuo trasloco

Per chi non ha mai affrontato un trasloco potrebbe essere alquanto traumatizzante anche solo l’idea di farne uno. Roba da far sudare freddo!
Spesso ci si rende conto di quante cose si accumulano in una casa, anche solo in pochi anni, solo quando ci ritroviamo a sistemarli in qualche scatolone in attesa di traslocare.
Il solo pensiero, specie per chi non ha mai fatto un trasloco, può dare agitazione. Nei casi peggiori, invece, dove la mole dei beni da traslocare è ingente, può provocare… brividi e pelle d’oca!

Due conti per valutare i costi del trasloco

Abbiamo due possibilità per il trasloco, una farlo da soli e l’altra trovare un’azienda che si occupi di tutto.
Il fai da te ha lati positivi e negativi, sicuramente spenderemo un po’ meno, ma i lati negativi sono senza dubbio la fatica, che sarà tanta, specie per l’assenza di attrezzatura idonea e di esperienza in tal senso.
Perciò anche nel fai da te avremo dei costi, salvo che non si abbia a disposizione un mezzo nostro con una capacità di carico elevata tipo un furgone, oppure sicuramente dovremo noleggiarne uno, poi ci sono i costi del carburante e tutti quelli riguardanti il viaggio, consideriamo anche come costi il tempo e la fatica, qualche collaterale imprevisto tipo la rottura di qualche suppellettile e non meno importante lo stress fisico di chi non è abituato a fare determinati sforzi abitualmente, per cui fin qui possiamo già fare una prima valutazione sul fai da te.
L’azienda di traslochi dovrà fornirci un preventivo definitivo dopo che avremo indicato tutti i dettagli, il prezzo trasloco sarà unico e senza dover pensare a nulla e soprattutto senza fare la fatica di caricare e scaricare pesanti elettrodomestici e ingombrati mobili.
Se si fanno due conti nella maggior parte dei casi è più conveniente risparmiarsi la fatica e lasciare il lavoro a dei professionisti esperti e ben attrezzati.

La migliore pianificazione per un trasloco

La cura di ogni dettaglio farà la differenza sia per i tempi che per la fatica e il portafogli.
Una volta concordato il costo del trasloco, si dovrà predisporre gli imballi in modo tale da consentire un facile accesso al personale addetto al trasloco, il quale si occuperà del mobilio più pesante e ingombrante, compresi letti e quindi reti e materassi, TV ed elettrodomestici, lasciando per noi le cose meno ingombranti le quali possono essere trasportate senza problemi in auto.
Per gli imballi è consigliabile utilizzare scatole di taglia media da riempire fino a un peso massimo di una decina di kg, i quali saranno facilmente trasportabili anche in auto e senza fare grandi sforzi, in ogni imballo è consigliabile scrivere il contenuto, può sembrare una banalità ma spesso ci si dimentica di farlo e questo complica il riordino nella nuova abitazione.
La migliore soluzione per un trasloco è di sgombrare ogni cassetto e armadio con qualche giorno di anticipo rispetto alla data di inizio, sistemare le cose meno ingombranti magari tutte in una stanza consentendo un libero accesso agli addetti al trasloco, i quali saranno impegnati nel caricare sul camion i pezzi più grandi dell’arredamento, in questo modo avranno una migliore facilità nei movimenti e riducendo anche i tempi di carico, la giusta pianificazione del trasloco consentirà di ottenere un prezzo complessivo più basso e sicuramente senza nessun problema.

Ancora non sapete da dove cominciare? Contattateci, vi forniremo un preventivo gratuito e tutta l’assistenza necessaria per il vostro trasloco.

 

I professionisti del trasloco dal 1960

 
 

Uno sguardo su